Sulle ali del cambiamento

La libellula è il simbolo del cambiamento

Non esiste tuttavia mutamento favorevole senza il volo della consapevolezza: quanto più si è consapevoli, tanto più si può essere respons-abili, liberi e capaci cioè di operare scelte funzionali al proprio ben-essere. Un percorso di counseling rappresenta la fase di decollo: quel particolare spazio-tempo in cui acquisire la velocità necessaria a garantire la tenuta delle ali e il sostentamento in volo. © FS

On the wings of change

The dragonfly is the symbol of change

However, there is no favorable change without the flight of awareness: the more one is aware, the more one can be responsible, free and able, that is, to make functional choices for one's own well-being. A counseling path represents the take-off phase: that particular space-time in which to acquire the speed necessary to guarantee the holding of the wings and the sustenance in flight. © FS

Professione counselling

 

 Presupposti teorici e operativi dell'attività professionale 

Il quadro teorico e operativo cui faccio riferimento come counsellor professionista è principalmente quello umanistico-fenomenologicopiù in particolare l'approccio non direttivo centrato sulla persona di Carl Rogers integrato con elementi espressivi e semi-direttivi mutuati dalla teoria della Gestalt (F.S. Perls) (approfondisci)

 Contesto, metodologia e finalità dell'intervento di counselling 

La relazione di aiuto si attiva su richiesta del cliente ed è finalizzata alla scoperta e al potenziamento delle risorse personali utili per superare particolari difficoltà, sul versante emozionale e relazionale, di cui sta facendo esperienza. Il cliente è al centro della relazione e il maggior esperto di se stesso; il counsellor è il facilitatore della relazione di aiuto

L'intervento, mirato e circoscritto nel tempo, è indirizzato a perseguire un obiettivo di cambiamento favorevole, liberamente ed autonomamente scelto dal cliente, rispetto alla criticità incontrata. In questo senso mi rivolgo a chiunque stia attraversando un momentaneo "mal-essere" in ambiti di vita privata, professionale, scolastica, sociale, e senta il bisogno di essere aiutato a chiarire alcuni aspetti di sè e della situazione per fronteggiarla al meglio. Trattandosi di un percorso breve di sostegno e (ri)orientamento, un intero ciclo di counseling si snoda attraverso un numero limitato di incontri (solitamente un max di 10-12 colloqui di consulenza, della durata di 50 minuti ciascuno, a cadenza settimanale) in cui, avvalendomi dell'ascolto e della comprensione empatica, uniti all'uso di particolari tecniche comunicative ed espressive di intervento, accompagno il cliente in un cammino di chiarificazione e ascolto di sè, affinchè individui personali strategie di fronteggiamento della situazione

Il processo relazionale, nel rispetto dell'autodeterminazione e dell'autodirezione del cliente, facilita e promuove l'autoconsapevolezza e la crescita personale, sostiene il riconoscimento di emozioni, pensieri, atteggiamenti e comportamenti in ordine alla difficoltà che sta vivendo, agevola la scoperta, l'attivazione e il rafforzamento delle competenze personali necessarie a gestirla più efficacemente e, in generale, a vivere in modo più integrato, autonomo e consapevole. In uno spazio "sicuro" di accoglienza non giudicante, è possibile poi creare un clima di fiducia che permette alla persona di sperimentare il valore dell'esperienza nel "qui e ora", aumentare la sicurezza e l'espressione di sè, trovare soluzioni e prendere decisioni (sviluppo della respons-ability e dell'azione trasformativa) funzionali alla promozione del ben-essere e del migloramento della qualità di vita

 Principi di etica e deontologia professionale 

In qualità di Counsellor Professionista esperta nella relazione di aiuto, nell'esercizio della prestazione di counseling (attività professionale ai sensi della Legge n°4 del 14.01.2013)secondo quanto previsto dal regolamento del CNCP nel cui registro nazionale sono iscritta n° 10527  e al cui codice etico e deontologico mi attengo, opero nel rispetto della riservatezza, della dignità, dell'autonomia e dell'autodeterminazione della persona, senza discriminazioni di età, di genere e orientamento sessuale, di etnia e cultura, di religione, di nazionalità, di condizione sociale, di ideologia

Nell’intraprendere la relazione professionale con il cliente, regolata da specifico accordo, ho cura di muovermi nell'ambito delle esperienze e competenze che mi sono proprie e per le quali ho ricevuto una formazione adeguata e riconosciuta: il counseling trova il suo fondamento nella richiesta del cliente al quale viene garantita la libertà di esprimere se stesso, i suoi bisogni e le sue credenze, il suo diritto di stabilire gli obiettivi di cambiamento per il proprio sviluppo e ben-essere. La prestazione professionale non ha carattere sanitario, non vengono effettuate diagnosi nè usati strumenti di intervento riservati alla professione dello psicologo

Nell' esercizio dell'attività professionale sono tenuta all'osservanza della normativa vigente sulla privacy,   Consenso Informato per il trattamento dei dati personali, improntata ai principi di correttezza, liceità, trasparenza, tutela della riservatezza e dei diritti della persona (alla luce del Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali applicabile a partire dal 25-05-2018). Curo una formazione permanente, mi avvalgo di supervisione e collaboro, per alcune attività o progetti di intervento, con ETS del territorio e altre figure professionali qualificate (psicologhe, mindfulness counselor, avvocate esperte di diritto di famiglia e mediatori familiari)

 Aree di applicazione e destinatari 

Un intervento professionale di counselling è indicato nei casi in cui la persona si trovi ad affrontare nel suo ciclo di vita un problema specifico o un momento di crisi, stress, disorientamento, confusione, riorganizzazione, in ambito privato, professionale, scolastico; incomprensioni o insoddisfazioni sul versante interpersonale, conflitti di coppia, separazioni, malattia, perdita dell'occupazione o cambiamento lavorativo; insoddisfazione, difficoltà comunicative, empasse decisionale, mancanza di proattività e/o motivazione; criticità emergenti riguardanti le diverse transizioni ed eventi di vita, normativi e paranormativi, attriti nel contesto domestico o relazionale di riferimento; problematiche inerenti l'esercizio del ruolo genitoriale, la conciliazione dei tempi di vita privata e lavoro, divorzio e/o ricostituzione di un nuovo nucleo; disagi o problemi personali legati a un basso livello di autostima ed assertività, di gestione delle emozioni e regolazione confini interpersonali

Nell'esercizio dell'attività professionale mi rivolgo a: individui, coppie, familgie, gruppi

 Procedura d'intervento 

Accoglienza; analisi della domanda, delle aspettative e della motivazione del cliente; esplicitazione della modalità di intervento e accordo (contratto professionale di counselling e consenso informato)

Accompagnamento, sostegno, orientamento e facilitazione del cliente nella messa a fuoco e nel fronteggiamento della criticità presentata, nell'individuazione di un obiettivo autonomo, concreto e realizzabile di cambiamento

Esplorazione e promozione dei punti forza del cliente, dell'espressività e delle alternative di scelta e azione disponibili; elaborazione di un piano di azione autodiretto per raggiungere il miglioramento desiderato

Monitoraggio e verifica in itinere del percorso di consapevolezza e respons-ability

Incontro finale di chiusura percorso e "restituzione" del lavoro fino a quel momento svolto

(Da precisare che la procedura standard illustrata non è rigidamente strutturata in fasi, essendo suscettibile di modifiche e aggiustamenti, nel rispetto dell'unicità della persona, del suo prioritario interesse e dell'esperienza relazionale che viene a crearsi e a prendere forma nel corso dei colloqui)

"Non è mai troppo tardi per fissare un nuovo obiettivo o per sognare un nuovo sogno" (C.S. Lewis)

 

Ben-essere Integrato: approccio umanistico-fenomenologico

 Il ben-essere integrato 

(Di Francesca Sacchelli)

“Se una persona si trova in difficoltà, il modo migliore di venirle in aiuto non è quello di dirle esplicitamente cosa fare, quanto piuttosto di aiutarla a comprendere la situazione e a gestire il problema facendole prendere, da sola e pienamente, le responsabilità delle proprie scelte e decisioni. Gli individui hanno in se stessi ampie risorse per auto- comprendersi e per modificare il loro concetto di sé.” (C. Rogers). Questo in sintesi il counseling umanistico di Carl Rogers, attraverso le sue parole. Il counseling di Carl Rogers prende forma dall’assunto centrale che il cliente “sa di più”. È il cliente che sa quello che lo sta facendo soffrire ed è sempre il cliente a sapere qual è il passo successivo da compiere: insomma, l’esperto del problema è la persona che ce l’ha. Rogers era così convinto di questa sua fondamentale e rivoluzionaria intuizione che all’inizio chiamò il suo modo di lavorare “counseling non direttivo”, sottolineando in questo modo come il compito del counselor sia quello di mettere in grado il cliente di entrare in contatto con le sue stesse risorse interiori piuttosto che consigliarlo o influenzarlo circa la direzione da prendere. Questo perché le persone sane sono ritenute per loro natura capaci di comportarsi in maniera efficace, capaci di darsi degli obiettivi (continua)

quando è utile ricorrere al counselling

Se hai vissuto o stai vivendo un'esperienza spiacevole o stressante che fatichi a superare; se vuoi gestire meglio alcune emozioni, migliorare la comunicazione e risolvere conflitti interpersonalise desideri avere relazioni più soddisfacenti e arricchenti o chiudere legami che ti portano malessere; se vuoi organizzare meglio il tuo tempo, concretizzare un progetto o raggiungere un obiettivo; se hai difficoltà a rapportarti con la necessaria assertività e/o stai vivendo contrasti relazionali; se desideri esprimere più liberamente e con maggior competenza esigenze ed opinioni; se stai attraversando un momento di crisi o un periodo di transizione nella tua vita; se senti l'esigenza di un cambiamento ma sei indeciso sulla strada da intraprendere in ambito privato, formativo, lavorativo; se temi di non riuscire a fronteggiare un evento importante che si è verificato o si sta verificando; se devi riorganizzare i rapporti familiari a causa di separazioni, costituzione di nuovo nucleo, nascite; se stai affrontando un divorzio o la perdita di affetti importanti; se sei in una situazione di empasse e senti il bisogno di operare una scelta ma hai difficoltà a procedere; se ti senti insicuro, dubbioso sulle tue capacità o potenzialità e vuoi recuperare o sviluppare autostima e fiducia in te stesso; se vorresti essere più proattivo e produttivo ma non sai da che parte iniziare o non riesci a concentrartise non sai bene quale decisione prendere e/o hai difficoltà a focalizzare le alternative di scelta in una situazione; se i dubbi di non farcela o il timore di non riuscire, in una certa situazione o in alcune circostanze, ti bloccano o ti frenano; se ti sembra di non trovare la soluzione per un problema particolare che hai incontrato e stai vivendo; se desideri cambiare abitudini alimentari o uno stile di vita troppo sedentario, per migliorare la salute

 Vantaggi di un percorso di counselling

Comprendere meglio se stessi, gli altri e la realtà circostante; imparare a (ri)conoscere risorse, punti forza e a sfruttarli più efficacemente; potenziare la capacità di fronteggiare positivamente difficoltà e situazioni problematiche, crisi, stress, cambiamento; migliorare le relazioni, costruire rapporti personali e professionali maggiormente soddisfacenti e gratificanti; incrementare l'automotivazione, l'autostima, l'empowerment; raggiungere più facilmente gli obiettivi desiderati; stimolare la capacità decisionale, strategica, di azione, per far fronte alle sfide di vita personale, scolastica, professionale; sviluppare l'abilità di lettura delle alternative di scelta possibili per realizzare un cambiamento favorevole; guadagnare un maggior grado di assertività ed espressione dei bisogni personali; rafforzare la fiducia in se stessi e nelle proprie potenzialità, il sentimento di autoefficacia e l'autodeterminazione; migliorare il ben-essere e la qualità della vita

Per saperne di più sulla mia formazione visita la pagina Chi sono

Per saperne di più sull'approccio e la metodologia di intervento visita la pagina Come lavoro

Per una panoramica sul Counseling visita la pagina Counseling e Salute

Per approfondire visita la pagina Letture

 Per informazioni, prenotazioni o appuntamenti compila il Form sottostante oppure visita la pagina Contatti